La fluoroprofilassi.

Il fluoro è un elemento particolarmente efficace nella protezione dei denti.

L’assunzione quotidiana di compresse di fluoro durante il periodo di mineralizzazione dei denti determina la formazione di smalto maggiormente resistente agli acidi prodotti dai batteri.

Non esistono contrindicazioni se il fluoro è assunto a giuste dosi e per questo è indicata ,come da linee guida del Ministero della Salute, l’assunzione di fluoro fino all’età di 12-14 anni ( dai 6 mesi alla 3a media ) tramite pastiglie o gocce.

Queste vanno assunte tutti i giorni, per un minimo di 200 giorni all’anno.

POSOLOGIA DI ZYMAFLUOR RISPETTO ALL’ETÀ:

durante la gravidanza e tutto l’allattamento 1mg/die
da 6 mesi a 3 anni  0,25mg/die
da 3 anni a 6 anni  0,50mg/die
da 6 anni in poi 1mg/die

IL FLUORO però NON SOSTITUISCE UNA CORRETTA IGIENE QUOTIDIANA CON LO SPAZZOLINO ASSOCIATA A UNA DIETA POVERA DI ZUCCHERI SEMPLICI .

La prima prevenzione per i bambini è una corretta educazione all’uso quotidiano dello spazzolino.

bambini-fluoro

Sigillatura occlusale dei solchi

Le superfici occlusali dei molari hanno solchi profondi al cui interno può infiltrarsi la placca batterica sviluppando la carie .
Ai bambini di 6 anni,appena sono erotti i molari definitivi, a scopo preventivo viene effettuata la “Sigillatura dei solchi” che ha il compito di proteggere lo smalto in quelle zone di difficile pulizia.

La sigillatura può essere effettuata con la resina o con il Laser
Nel primo caso , una speciale resina fluida, viene fatta scorrere all’interno dei solchi occlusali , trattati in precedenza con un acido , e poi polimerizzata con lampada alogena.

L’applicazione dura a lungo e va ripetuta quando la resina si è consumata.

sigil1 sigil2

Nel secondo caso si applica la sonda del laser Nd:YAG su tutti i solchi che devono essere sigillati, con l’interposizione di un gel fluorato ,ad una distanza di 1-2 mm dalle superfici da trattare per 30-60 secondi.

L’effetto ottenuto è rappresentato da una fusione (vetrificazione) e conseguente occlusione dei tubuli dentinali associata alla formazione di una superficie compatta e liscia al fondo dei solchi.

L’uso del Laser ha il vantaggio di eliminare il rischio di possibile infiltrazione batterica tra il film di resina depositato nei solchi dentali e le strutture cristalline dello smalto stesso.

foto-2-laser